Serie A 2014-15: la Top 11 della 27a Giornata

La 27a giornata del campionato di Serie A si è svolta all’insegna delle doppiette, una giornata ricca di gol i cui autori trovano spazio nella top 11 stilata da CalcioNow.it. La formazione schierata dalla nostra redazione si dispone secondo un 4-2-4 che vede in difesa, davanti al portiere Benussi, De Silvestri, Rodriguez, Anderson e Joaquin; a centrocampo Hallfredsson e Vecino e in attacco Morata, Sansone, Paloschi e Toni. In panchina siede Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina.

BENUSSI. Non è stata la partita che ci si aspettava, da un avversario come il Napoli probabilmente il Verona e Benussi si aspettavano di più. Invece il portiere è rimasto a guardare per gran parte del match e, chiamato in causa in poche occasioni, ha sempre risposto con interventi precisi. Graziato dal palo colpito da Gabbiadini all’88’.

DE SILVESTRI. La Sampdoria batte la Roma e ad aver confezionato i tre punti blucerchiati è il difensore De Silvestri che al 60′, su evoluzione di calcio d’angolo, ha battuto Florenzi e depositato in rete la sfera che ne è valso il momentaneo vantaggio e la vittoria finale.

RODRIGUEZ. Una Fiorentina non bella ma efficace è quella che ha condotto al Franchi il Milan allo sbaraglio. Negli ultimi minuti, quando i rossoneri assaporavano già il gusto della vittoria, Rodriguez ha negato loro la gioia e all’83’ ha dato avvio, con il suo gol, a quella rimonta che ha distrutto completamente il Diavolo.

ANDERSON. Fenomenale. Allo stadio Olimpico di Torino il difensore della Lazio fa tutto da solo: regala alla sua squadra la vittoria e il terzo posto in classifica e a sé stesso la doppietta personale. Uno splendido destro e un diagonale perfetto stendono il Toro e fanno conquistare la gloria alla Lazio che supera così il Napoli in classifica e si gode il terzo posto in solitario.

JOAQUIN. Straordinario. Entra nel secondo tempo al posto di Richards al 45′ ed è il motore della rimonta viola sul Milan. È Joaquin a servire al compagno Rodriguez il cross per il gol dell’1-1 ed è ancora Joaquin a spedire il Diavolo all’inferno segnando all’89’ il gol che decreta la vittoria della Fiorentina sul Milan. Cambio azzeccato.

HALLFREDSSON. Dalla sua straordinaria ripartenza nasce il gol del definitivo 2-0 di Verona-Napoli. Palla al piede, Hallfredsson si porta da una metà campo all’altro non tenendo conto degli avversari e servendo a Luca Toni il gol che sigilla la vittoria dei veneti.

VECINO. Il giocatore dell’Empoli si è reso decisivo nel match del Sant’Elia contro il Cagliari. Allo scadere dei minuti di recupero, il 93′, i toscani riescono a beffare con il gol siglato da Vecino i sardi, ottenendo un pareggio e portando a casa un punto.

MORATA. Una Juve brutta e sottotono riesce comunque a portare a casa, nel match della 27a giornata di Serie A contro il Palermo, l’intera posta in palio. A regalare ai bianconeri i tre punti è Morata che dopo appena dieci minuti dal suo ingresso riesce, con un gran sinistro dal limite dell’area, a confezionare il gol dell’1-0 e della vittoria juventina.

SANSONE. Ancora una volta dimostra di essere un uomo chiave per il Sassuolo. Nel corso del match contro il Parma, Sansone riesce a realizzare una doppietta al 23′ e al 36′. I suoi gol scatenano la furia neroverde. La squadra di Di Francesco affonda il Parma con un poker che fa esplodere il Mapei Stadium.

PALOSCHI. Il protagonista del Marassi è il Chievo che stende, con la doppietta firmata da Paloschi, il Genoa. Vittoria importante per i clivensi che riescono ad allontanarsi dalla zona bassa della classifica, sconfitta pesante per il Genoa. Due gol nati dalla combinazione, vincente, Meggiorini-Paloschi e dagli errori difensivi del Grifone.

TONI. Super, decisivo e nocivo (per il Napoli). Hellas Verona-Napoli è la sua partita: dopo appena sette minuti di gioco, Toni supera Mesto e deposita in rete la sfera dell’1-0; al 51′ si serve del prezioso passaggio di Hallfredsson e dall’interno dell’area appoggia nuovamente in rete. Toni super, Napoli deludente.

ALL. MONTELLA. L’Europa League fa delle vittime in campionato: perdono Roma, Torino e Napoli, pareggia l’Inter. L’unica a vincere è la Fiorentina che, nonostante non abbia giocato una partita eccellente, è riuscita a rimontare il Milan e colorare di viola i tre punti della vittoria. Merito della squadra e di Montella. Ottima la scelta di sostituire Richards con Joaquin.

Top 11 27a giornata Serie A 2014-15

TUTTE LE NOTIZIE SULLA SERIE A 2014-15