Silvio Berlusconi sul Milan: "Lasciamo perdere"

Non vuole parlare di Milan Silvio Berlusconi. All’uscita dall’istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone, il presidente del Milan glissa ogni domanda sui rossoneri con un: “Lasciamo perdere il Milan, parliamo di queste cose che sono più importanti”. Affermazione che ha fatto storcere il naso ai tifosi del Diavolo che non sono più disposti a tollerare, come precisato nel comunicato della Curva Sud qualche giorno fa, a tollerare tale comportamento e ancor meno farsi del genere da chi, in qualità di presidente, dovrebbe avere il Milan tra le priorità soprattutto in questo momento.

La squadra allenata da Pippo Inzaghi non attraversa un buon periodo. Il 2015 ha regalato al Milan ben poche gioie, i risultati negativi sul campo hanno condotto il tecnico a rischio esonero e portato il presidente Berlusconi ad “abbandonare” Milanello. Se fino agli inizi di gennaio la visita del numero uno rossonero era quasi d’obbligo al venerdì, adesso è diventata un lontano ricordo e il “lasciamo perdere il Milan” unite alle voci sempre più insistenti relative alla cessione del club fanno presagire un prossimo cambiamento. Il Milan non è più una priorità di Berlusconi e allora: si aprano le danze…

Leggi anche: