Spagna-Italia, Del Bosque: “Potremmo usare anche noi il codice etico”

In casa Italia in questi giorni più che della partita contro la Spagna tengono banco la questione Prandelli-Conte su Chiellini e la volontà del ct italiano di lasciare a casa Daniele De Rossi in considerazione del codice etico in seguito al pugno che il romanista ha sferrato ad Icardi durante la partita con l‘Inter. Ad appoggiare la decisione del commissario tecnico azzurro è stato anche il suo collega Del Bosque che non negato che anche le “Furie Rosse” un giorno potrebbero utilizzarlo.

Ha fatto bene, potremmo adottarlo anche in Spagna, il codice etico” sono state le parole del ct della Spagna Del Bosque in merito all’esclusione di De Rossi dalle convocazioni dell’Italia, prima di cominciare a parlare sull’argomento più chiacchierato sulla sua squadra, la convocazione di Diego Costa: “È sempre accaduto tanto rumore, con qualsiasi giocatore nuovo abbia integrato il gruppo: l’esordio di Diego in nazionale non è stato diverso, ha fatto rumore. Spero si troverà bene con la Spagna”.

Una convocazione quella del calciatore dell’Atletico Madrid che di fatto ha escluso quella di Llorente. A tal proposito il ct spagnolo ha commentato: “Fernando è un giocatore che stimiamo molto e si è sempre comportato benissimo con noi. Sono contento che stia facendo bene con la Juventus, ma abbiamo tanti attaccanti e non possiamo convocare tutti: sono fuori anche Villa, Torres, Soldado… Continuiamo comunque a seguirlo”.

Leggi anche -> Spagna-Italia, confronto tra Prandelli e Chiellini

Leggi anche -> Spagna-Italia, i precedenti