Spagna-Italia, i precedenti: l’ultima vittoria degli Azzurri risale al 1994

Siamo fermi al 1994, quando l’Italia guidata da Arrigo Sacchi espugnò gli spagnoli e volò in semifinale con la Bulgaria. E’ quella l’ultima vittoria degli Azzurri in gare ufficiali contro la Spagna. Domani, dunque, si ripartirà da lì con la voglia di riscatto dopo il rigore maledetto di Bonucci che, lo scorso 27 giugno, negò all’Italia l’accesso alla finale di Confederation Cup.

Nell’anno 2012 la Nazionale Spagnola è sempre riuscita a prevalere nelle sfide ad eliminazione diretta ma soltanto in occasione della finale di Kiev ad Euro 2012 gli spagnoli dimostrarono limpidamente la superiorità rispetto agli Azzurri, rifilando un secco 4 a 0 ad una Nazionale ormai ai titoli di coda.

Gli spagnoli hanno dimostrato di essere meglio degli italiani anche in quanto a freddezza sul dischetto: tornando indietro di 5 anni, tornano alla mente i quarti di Euro 2008 disputati a Vienna, occasione in cui la Spagna mandò fuori l’Italia campione del mondo guidata all’epoca da Roberto Donadoni. Da quella sera le furie rosse vinsero il primo di tre trofei consecutivi dando inizio ad un ciclo glorioso.

Negli anni la Spagna si è impegnata per riportare gli equilibri tra le due Nazionali ad una situazione quasi di parità per quel che riguarda i bilanci negli scontri diretti. Siamo a quota 10 vittorie a 9 per gli Azzurri e 13 pareggi.

Il primo marcatore in assoluto delle sfide tra Italia e Spagna risale al lontano 1920 e porta il nome di Sesumaga. Da lì in poi, per quasi un secolo e fino ai giorni nostri, sono tantissimi i campioni che si sono susseguiti nelle fila di entrambe le formazioni, alternando stili e prodezze che rimangono nella memoria di ogni amante del genere.

Leggi anche -> Nazionale Italiana, Moscardelli taglia la barba se va ai Mondiali

Leggi anche -> Spagna-Italia, nel primo allenamento confronto tra Prandelli e Chiellini