Spendlhofer: "Un giorno vorrei tornare all'Inter"

Lukas Spendlhofer, giovane difensore austriaco oggi in prestito al Varese, è un giocatore di proprietà dell’Inter. È stato uno dei pilastri della Primavera nerazzurra allenata da Stramaccioni, tecnico con cui l’anno scorso ha esordito in Serie A. Quest’anno il ragazzo ha giustamente scelto di andare a giocare in Serie B, col Varese, con la speranza di trovare più spazio di quanto ne avrebbe potuto avere all’Inter e poter così crescere con calma. Tuttavia, fino ad ora, non è riuscito a trovare molto spazio e la sua speranza è che, con l’arrivo del nuovo tecnico Gautieri, la situazione possa cambiare.

Di recente, il giovane ha rilasciato un’intervista a Calciomercato.com nella quale affronta diversi argomenti. Nonostante le poche partite giocate, l’austriaco dice di trovarsi molto bene a Varese e spera di convincere presto l’allenatore a dargli qualche occasione in più: “Speravo di giocare di più fino a questo momento, meno male che ho giocato con l’Under 21 austriaca. Nonostante abbia giocato poco mi trovo molto bene a Varese, la squadra è buona e anche l’ambiente ti permette di lavorare nel migliore dei modi, non siamo messi male ma spero di avere maggiori chance di giocare. Mi dispiace tanto che sia andato via mister Stefano Sottili perché è un ottimo allenatore, ma se non ci sono i risultati la società ha fatto la sua scelta di cambiare. Sul nuovo allenatore non posso dire tantissimo perché abbiamo fatto solo due allenamenti con lui, ma le impressioni sono molto buone. Spero di giocare un po’ di più, le scelte poi spettano al mister e vedremo cosa succederà, io darò sempre il massimo”.

Spendlhofer ha poi parlato di quelli che sono i suoi idoli calcistici e ha descritto i suoi punti di forza: “Mi piace giocare d’anticipo e leggere le giocate degli attaccanti. Vedo bene il gioco, ho un buon senso della posizione e nonostante sia destro riesco a giocare con entrambi i piedi. Ho un idolo calcistico e lo seguo sempre, tifando il Borussia ed essendo difensore guardo sempre come gioca Mats Hummels. Per un difensore come me è normale guardare altre difensori piuttosto che gli attaccanti. Da lui cerco di apprendere sempre qualcosa in più.

PrimaveraIl difensore varesino ammette di tifare per il Borussia Dortumund, ma di avere nel suo cuore anche l’Inter “perché ho fatto due anni e mezzo lì ed è la squadra in cui ho iniziato seriamente un una carriera”. Dei nerazzurri, poi, dice di sentire ancora alcuni giocatori dell’anno passato, oltre ad alcuni ex compagni che, come lui ora militano in Serie B: “Sento i miei compagni dell’anno scorso. Vado spesso a Milano e tutti insieme andiamo fuori a mangiare, al cinema, sono rimasto in ottimi rapporti anche con i miei ex compagni della Primavera”.

Infine, sul suo futuro e su quello che si aspetta, il giovane dice di voler innanzitutto far bene a Varese, avendo un contratto fino al 2016, ma di voler un domani “tornare all’inter”, seppur con molto umiltà ammette che prima di allora dovrà “crescere ancora per questo, devo dimostrare di meritare la maglia nerazzurra. Naturalmente mi auguro di tornare ad Appiano un giorno anche fra 10 anni”.

Leggi anche–> Primavera: l’Inter si prepara ad affrontare la Virtus Lanciano

Leggi anche–> Primavera: Lorenzo tassi, l’Inter ha in casa il futuro Iniesta?