Squalifica Juan Jesus: Atteso oggi il verdetto della Corte di Giustizia sul ricorso dell'Inter

Oggi la Corte di Giustizia si pronuncerà in merito al ricorso presentato dall’Inter per la squalifica ai danni di Juan Jesus che, in seguito ad una gomitata rifilata a Romagnoli, è stato squalificato per tre giornate, così come il romanista De Rossi, il cui pugno contro Icardi era subito apparso ben più violento e antisportivo del gesto del brasiliano.

Fatto sta che i due giocatori sono stati sanzionati dal Giudice Sportivo Tosel nel medesimo modo. Pare davvero impossibile che i tre turni di stop inflitti al nerazzurropossano venir meno totalmente. I nerazzurri sperano, però, che da 3 giornate si passi almeno a 2. In tal modo, il difensore potrebbe ritornare disponibile per la sfida del 23 Marzo contro l’Atalanta, saltando la sfida di Domenica con il Torino e quella successiva con il Verona.

Oggi sapremo il verdetto della Corte, frattanto Mazzarri deve correre ai ripari nel reparto arretrato dove, con l’assenza di Juan Jesus e quella di Samuel, rimane solo Rolando dei tre schierati titolari nelle ultime partite. Campagnaro e Ranocchia prenderanno quasi certamente il posto dei due assenti.

Tuttavia, mentre il primo seppur sporadicamente ha giocato, il centrale difensivo italiano è ormai assente dal disputare un match completo o anche solo qualche scampolo di partita da 6 Gennaio, giorno in cui giocò la sua ultima partita contro la Lazio, a Roma. Sarà l’occasione per il giovane nerazzurro di dimostrare il suo valore e far ricredere il suo tecnico che, complice qualche infortunio e qualche prestazione non certo all’altezza delle sue qualità, l’ha un po’ messo ai margini del suo progetto, preferendogli altri difensori. Ranocchia, tra l’altro, se vuole guadagnarsi un posto in Nazionale per i Mondiali in Brasile deve necessariamente ricominciare a giocare. Il difensore sarà, quindi, l’osservato speciale in casa nerazzurra.

Leggi anche -> Tosel squalifica per tre turni Juan Jesus: L’Inter farà ricorso