Squalificati Serie A nona giornata (2014-2015)

Sono sette i calciatori squalificati dal Giudice Sportivo al termine della nona giornata di Serie A. A farne le spese maggiori è stato il giocatore dell’Atalanta Cigarini. Il centrocampista è stato fermato per ben tre turni perché dopo essere stato espulso per doppia ammonizione ha “…protestato nei confronti degli ufficiali di gara e per comportamento scorretto nei confronti di un avversario (una giornata); per avere,  all’atto della consequenziale espulsione, nell’uscire dal terreno di giuoco, rivolto all’arbitro un’espressione ingiuriosa (due giornate)”, si legge nella nota ufficiale.

Non meglio è andata a Cordaz del Parma: per lui due giornate di stop: “Per espressione ingiuriosa nei confronti dell’arbitro dalla panchina”. Per una giornata stop a Cavanda della Lazio e così per una giornata sono stati fermati anche quattro calciatori che erano in diffida e che avendo raccolto un’ammonizione sono stati squalificati: Avelar del Cagliari, Benalouane dell’Atalanta, Muntari del Milan e Rigoni del Palermo.

Per quanto riguarda le multe alla società da segnalare 27mila euro a carico della Roma (15mila per cori discriminatori e 12mila per uso di apparecchiatura ricetrasmittente in panchina) e 5mila euro all’Atalanta per lancio di petardi e bengala in campo da parte dei suoi tifosi.

SERIE A NONA GIORNATA: RISULTATI E CLASSIFICA