Stadio San Siro all'Inter: contatti avviati con il Comune di Milano

Il Milan lavora al progetto del nuovo stadio, l’Inter, invece, vuole trovare l’accordo con il Comune di Milano per far diventare San Siro lo stadio dei nerazzurri e per tale ragione questa mattina, secondo quanto riferito dalla Gazzetta dello Sport, nel centro di Milano si è tenuto un incontro tra Chiara Bisconti, assessore allo Sport del Comune di Milano, e Michael Bolingbroke, CEO dell’Inter. L’incontro è servito alle due parti per avviare una trattativa che possa soddisfare le pretese del Comune, che al momento detiene la proprietà dello stadio San Siro, e quelle dell’Inter che, dopo i passi mossi dal Milan in direzione del nuovo stadio, vuole trasformare il Meazza nello stadio di proprietà nerazzurra.

Attualmente San Siro è lo stadio di Milan e Inter che annualmente devono versare al Comune di Milano circa 4 milioni di euro per pagarne l’affitto, secondo l’accordo trentennale stipulato nel 2000. Due anni fa Milan e Inter avevano rivisto tale accordo e ciò permette a una delle due società di lasciare San Siro, per trasferirsi in un nuovo stadio, senza incorrere in sanzioni. Stando agli ultimi avvenimenti, al Milan toccherebbe lasciare San Siro e l’Inter dovrebbe dunque rimanere al Meazza.

Vi è comunque un nodo da sciogliere: Thohir ha intenzione di apportare delle modifiche a San Siro e per far ciò dovrà ricevere prima l’approvazione del Comune di Milano, proprietario dell’impianto; inoltre, una volta ufficializzato l’addio del Milan, dovrà essere stipulata tra le due parti una nuova convenzione.

Leggi anche: