Stramaccioni all'Udinese: "Grazie Inter, non rinnego il passato"

Da pochi giorni l’ex allenatore dell’Inter Andrea Stramaccioni è diventato ufficialmente il tecnico dell’Udinese, come da noi già anticipato. Nonostante la risoluzione contrattuale con i nerazzurri, il tecnico romano è rimasto affezionato ai colori e ringrazia, in ogni caso, la famiglia Moratti per tutto ciò che ha fatto per lui.

Arrivato per sostituire Claudio Ranieri, Stramaccioni aveva un passato da allenatore nella Primavera dell’Inter. Un inizio di stagione brillantissimo, complice anche la vittoria per 1-3 allo Juventus Stadium, che tanto fece sognare i nerazzurri. Poi, il declino. I litigi con Antonio Cassano, gli infortuni sempre più numerosi, l’uscita dall’Europa League e la catastrofica posizione in classifica al nono posto.

A margine di una conferenza stampa tenutasi nei locali dello stadio friulano, Mister Stramaccioni parla così dei nerazzurri:  “Lei ha parlato di numeri, mi fanno piacere le sue considerazioni. L’Inter è stata una parentesi importante, fondamentale. Mi ha portato in Serie A e occuperà, con i legami che ho lasciato, con i tifosi che mi sono stati vicino, un pezzo del mio cuore.  Pur mantenendo chiara nella mia testa l’importanza del club nerazzurro nella mia carriera, ora c’è solo l’Udinese. Le considerazioni di Pozzo sono state fatte in base a quello, adesso la mia testa è tutta su questo club. Cercherò di capire quali sono le risorse che abbiamo a disposizione e cercheremo di fare un inizio importante per l’Udinese”.

Circa gli “in bocca al lupo” ricevuti dal mondo interista: “Sarei più rapido a dire da chi non li ho ricevuti. La prima persona che mi ha fatto i complimenti è stato il mio ex presidente con cui ho avuto modo di parlare a lungo prima di firmare, non per la firma, ma perché si era creato un rapporto che era di gratitudine. Pozzo mi ha dato fiducia e questa è una conferma sulle mie caratteristiche, Moratti aveva puntato su di me come una scommessa. Arrivo all’Udinese e l’augurio del presidente Moratti mi ha fatto piacere, come quello di tutti, con cui ho grande legame ma cito in particolar modo gli auguri di Moratti“.

Un ringraziamento, infine, per i tifosi nerazzurri, prima di tuffarsi in una nuova avventura, stavolta bianconera:  “Mi fa piacere avere avuto i loro apprezzamenti. Il tifoso non ama essere preso in giro, qualsiasi tifoso, e forse io ci ho messo la faccia, ho anche pagato. Non mi hanno mai contestato, hanno apprezzato il fatto che cercavo sempre di fare il massimo e non mi sono mai tirato indietro. Sarà così anche ad Udine, cerco sempre di essere responsabile delle mie azioni e forse anche di quelle di qualcun altro se serve per il bene della squadra”.

Ancora in bocca al lupo Mister.. e stavolta Inter-Udinese non deve finire 2-5!

Leggi anche -> Stramaccioni è il nuovo allenatore dell’Udinese, è ufficiale

Leggi anche -> Notizie Inter, Zanetti: “Voglio trasmettere la storia di questa maglia”