Striscione non autorizzato, se la prendono con i bambini

Al Partenio-Lombardi di Avellino uno spiacevole episodio ha rovinato la festa di alcuni piccoli tifosi presenti allo stadio. Come riferito dal portale “Dalla Parte del Torto”, in Tribuna Terminio durante la gara di Serie B Avellino-Lanciano, diversi bambini hanno esposto uno striscione con su scritto “I lupacchiotti di Mamma Schiavona vogliono la serie A”, un messaggio di incitamento verso la propria squadra del cuore scritta con tanto amore dai baby tifosi. Un gesto bello e innocente che però è stato rovinato dal solito poco buon senso all’italiana.

Neanche avessero esposto chissà quale frase, in tribuna è successo il finimondo. Si perchè i bambini non avevano chiesto il permesso alla questura di esporre lo striscione, così la Polizia ha ordinato tassativamente di togliere il vessillo. Un episodio spiacevole dove è stato superato ogni limite e dove è stata negata a dei bambini la gioia di esporre un'”opera” realizzata con le loro mani. La normativa parla chiaro: non è possibile introdurre striscioni senza la preventiva autorizzazione della Questura competente per territorio. Il buon senso, però, avrebbe suggerito di lasciare lo striscione al suo posto e permettere ai piccoli di godersi una bella giornata di festa  ma, per gli agenti di Polizia in servizio allo stadio, era un atto non conforme alle leggi che doveva essere assolutamente impedito.