Sturaro è della Juventus, ufficiale

Stefano Sturaro è ufficialmente un calciatore della Juventus. Dopo quasi un mese di trattative, il giovane centrocampista del Genoa approda finalmente in bianconero, andando quindi a rinfoltire il centrocampo di mister Allegri. Sturaro si aggiunge all’acquisto di Matri e al riscatto di Rugani dall’Empoli, oltre al tesseramento di quattro giovani promesse di cui vi abbiamo riferito in mattinata. Di seguito uno stralcio del comunicato della Juventus sul sito ufficiale.

Forte centrocampista sanremese classe ’93 cresciuto nella Primavera del Genoa, il destino ha voluto che si imponesse all’attenzione degli estimatori di calcio nostrani proprio nella città della Lanterna. Prima, però, la gavetta: il prestito a Modena, tra le cui fila gioca una stagione in Serie B. Quando è in campo dà prova  di grande carattere e prende per mano la squadra distinguendosi in varie zone del campo: gioca infatti come mezzala, centrocampista centrale ma all’occasione anche trequartista e ala destra.

Nell’estate 2013 il ritorno a casa, a Genova, e la consacrazione definitiva nella seconda parte di stagione.  Alla fine della scorsa stagione colleziona 16 presenze in A, di cui 13 da titolare (per un totale di 1113 minuti giocati), impreziosite da due assist e 19 occasioni create. Ma sono altri i pezzi forti del suo repertorio: doti meno visibili apparentemente, ma che ne fanno un prezioso rinforzo per qualsiasi centrocampo d’alto livello.

Il mediano ligure è infatti indispensabile in fase di contrasto delle trame avversarie in mezzo al campo, recupero palla e ripartenza dell’azione. Analizzando i suoi dati, raffrontati a quelli della media dei centrocampisti di Serie A, si può vedere come il suo valore emerga proprio nelle momenti di contrasto, recupero del pallone e rapida verticalizzazione (una tipologia di passaggio che predilige mediamente di più rispetto ai colleghi della massima Serie). 

Fasi di gioco che ben si sposano con la filosofia di calcio propositiva ed offensiva di mister Allegri. Rispetto all’anno scorso, infine, Sturaro è ulteriormente migliorato in fase di impostazione (33.9 la media passaggi a partita, rispetto ai 30.75 del 2013/14) e di recupero palla (5.2 mediamente quest’anno). Questi i numeri di Stefano prima del suo passaggio in bianconero. Da oggi, come lui ben sa, tutti questi dati sono azzerati: per lui si apre una delle pagine più importanti della sua carriera.

Leggi anche: Matri torna alla Juventus, è ufficiale

Leggi anche: La Juventus riscatta Rugani dall’Empoli, è ufficiale