Svezia fuori da Brasile 2014, Ibrahimovic: "Senza di me un Mondiale inutile"

Nella partita da dentro o fuori contro il Portogallo, la Svezia non riesce a primeggiare e dice addio al Mondiale in Brasile. Partita che è uno scontro tra titani con Cristiano Ronaldo da una parte e Zlatan Ibrahimovic dall’altra.  Sono i portoghesi a portarsi in vantaggio con una rete firmata da Cristiano Ronaldo. Il pareggio e il successivo vantaggio della Svezia con una doppietta del suo asso, Zlatan Ibrahimovic, non basta a fermare né il Portogallo né Cristiano Ronaldo che si scatena e risponde allo svedese mettendo a segno altri due gol che garantiscono ai portoghesi l’approdo ai Mondiali, il tutto accade nel secondo tempo.

Ibrahimovic saluta quindi il Brasile con una doppietta e, com’è solito, con una battuta che sottolinea l’alta considerazione che l’attaccante ha di se: Un Mondiale senza di me è poca cosa, non c’è davvero nulla da guardare e non vale nemmeno la pena aspettarlo con ansia”. 

Tuttavia si complimenta con i suoi avversari e con Cristiano Ronaldo, vero trascinatore della Nazionale Portoghese: “Complimenti al Portogallo, ma entrambe le squadre avrebbero meritato di essere in Brasile”. Quindi chiarisce la sua posizione in Nazionale: “Per me è stato probabilmente l’ultimo tentativo per provare a raggiungere il Mondiale con la Nazionale. Sicuramente d’ora in poi quando giocherò non penserò alla Nazionale”.

Leggi anche-> Ibrahimovic: “Dio? Ce l’hai davanti”

Leggi anche-> Ancelotti: “Berlusconi? Faceva troppe domande e…”

Leggi anche-> Flamini: “Ecco perché ho lasciato il Milan”