Taarabt-Qpr è crisi: "Qui tutti demotivati, al Milan era diverso"

Non sta vivendo un buon momento Adel Taarabt. Il fantasista del Qpr sembra rimpiangere il periodo trascorso al Milan e, anche a seguito delle insinuazioni del tecnico degli inglesi Redknapp sullo stato forma del giocatore, la rottura tra Taarabt e il Qpr sembra ormai prossima. “E’ in sovrappeso di dieci kg, finchè non si rimetterà in forma non giocherà”, aveva dichiarato ieri Redknapp e, a distanza di meno di 24 ore, è giunta la risposta di Taarabt.

Il marocchino ha negato quanto sostenuto dal suo attuale allenatore e criticato il modo di lavorare del tecnico del Qpr:Io non sono in sovrappeso, sono un professionista, – ribadisce Taarabt -ho giocato 90 minuti con le riserve. Redknapp trascorre la maggior parte del tempo nel suo ufficio e segue l’allenamento solo per cinque-dieci minuti. Non è una replica alle sue parole, sto solo difendendo la mia reputazione”.

Al Qpr non si respira un clima felice, l’atmosfera è nettamente diversa da quella che si respira in casa Milan e che Taarabt ricorda con un velo di nostalgia: “Gli assistenti dell’allenatore, Glenn Hoddle e Les Ferdinand, amano il mio modo di giocare, ma lui non dà ascolto a nessuno. Manca un’idea di gioco e gli allenamenti non sono intensi come al Milan. I giocatori sono tutti demotivati”.

Leggi anche: