Tevez una doppietta d’autore in Juventus-Malmoe

Carlitos Tevez non lascia, anzi raddoppia. All’esordio in Champions League, contro il Malomoe, l’Apache fa una doppietta e regala, ai tifosi bianconeri, una prestazione da vero leader.  Era ora. Prima o poi, logicamente, Tevez si sarebbe dovuto sbloccare ma nessuno pensava che l’avrebbe fatto in maniera così poderosa. La prestazione dell’Apache è stata strabiliante. Ha corso tantissimo poichè ha svariato su tutto il fronte d’attacco e a volte si è sostituito a Marchisio nell’impostare il gioco. I due goal, poi, sono la ciliegina sulla torta.

Il primo è un uno-due d’alta classe con Asamoah che gli tocca la palla con il tacco e Tevez a tu per tu con il portiere non sbaglia; il secondo, invece, è tutta tecnica individuale. Una punizione a giro che sorprende Olsen sul suo palo. I 1988 giorni, i 1003 minuti di digiuno e i tanti dubbi sorti sulle sue doti di goleador in Europa sono stati spazzati via da un super Tevez che potrebbe veramente diventare l’Ibra che Allegri aveva al Milan. Il Malmoe era arroccato nella sua area ma la Juventus, grazie soprattuto agli spunti del Fuerte Apache è riuscita a scardinarlo e ha portato a casa i tre punti.

Ora che la maledizione del goal in Champions League è scomparsa, Tevez non avrà più l’obbligo di segnare e questo gli potrà permettere di essere ancora più trascinatore di quanto non lo sia stato fino ad adesso. Tutta la Juventus conta su di lui per, magari, centrare il colpo grosso; la Coppa dalle grandi orecchie.

Leggi anche: