Thohir in visita al Settore Giovanile: "Lavoriamo per essere i migliori al mondo"

L’intensa settimana del nuovo Presidente nerazzurro Erick Thohir ieri ha avuto come tappa la visita ad Interello, al centro sportivo Giacinto Facchetti. Il magnate indonesiano ha avuto modo di conoscere i ragazzi del settore giovanile dell’Inter, parlando con loro e confrontandosi con i tecnici e il direttore del centro, Riccardo Samaden. Interpellato ai microfoni di Sky per ciò che riguarda proprio il settore giovanile nerazzurro, Thohir si è detto soddisfatto e convinto che si tratti di uno dei migliori in Italia e in Europa.

Si è, inoltre, dimostrato lucido ed esperto conoscitore di calcio nel riconoscere quanto sia importante il ruolo degli allenatori di questi ragazzi che potrebbero diventare il futuro dell’Inter: “Quello che ho detto agli allenatori del Settore Giovanile oggi è che loro sono davvero gli eroi dell’Inter perché hanno la responsabilità di formare buoni giocatori. L’Inter ha anche validi osservatori ed è anche grazie a loro che riesce a portare nella sua cantera giovani talenti.”

Giovani Inter

Quanto ai giocatori, l’Indonesiano si è rivelato un buon maestro nel dir loro che il talento non può bastare se non è accompagnato dalla disciplina e dalla serietà negli allenamenti: “Ai giocatori ho detto che il talento non basta perché se non hanno carattere e disciplina non possono diventare campioni. In tutto il mondo del calcio circolano molti soldi ed è facile arrivare a guadagnare molto in fretta, così è facile avere successo per due tre anni e poi scomparire perché poi pensano ad altro. All’Inter c’è un esempio: Javier Zanetti. Ha 40 anni ed è ancora disciplinato e non credo che neppure tra i giovani ci siano molti come lui. Ma, con un allenatore forte, con un organizzazione forte qui all’Inter sono sicuro che possiamo crescere ottimi giovani. L’Inter ha già uno dei settori giovanili migliori d’Italia e d’Europa. Io voglio che diventi in futuro uno dei migliori al mondo, ma non subito. Prima mi voglio concentrare soprattutto sull’aspetto finanziario dell’Inter, poi sulla squadra, poi chiaramente sul Settore Giovanile.”

Alla domanda su quale fosse, a suo pare, il giocatore del settore giovanile che vedrebbe bene in prima squadra, Thohir ha risposto senza esitare: “Mi piacciono Bardi e Mbaye. Possono essere giocatori dell’Inter del futuro. Ma dipenderà anche dalla decisione ella Società e dell’allenatore. Però spero che un giorno facciamo parte dell’Inter.”

Leggi anche–> Settore giovanile Inter: tutti i talenti del futuro

Leggi anche–> Isaac Donkor, il nuovo Samuel

Leggi anche–> Inter, quanti giovani in giro per l’Europa!