Thohir: "Non sarò mai come Berlusconi"

Il neoeletto Presidente dell’Inter Erick Thohir rilasciato un’intervista al programma indonesiano Apa Kabar Indonesia Pagi. In modo particolare il Tycoon ha parlato del suo rapporto con la politica, dicendo di non esserne interessato ed escludendo una sua candidatura alle elezioni indonesiane l’anno prossimo. L’unica cosa in questo momento gli preme è fare il Presidente dell’Inter, facendo crescere il club e portandolo alla conquista di gradi traguardi. “C’erano molti che sostenevano che mi sarei candidato per le elezioni in Indonesia nel 2014 o nel 2018, ma questo non è vero. Ora sono presidente dell’Inter e non voglio essere come Berlusconi. Non sono interessato alla politica. Voglio solo concentrarmi sul far crescere l’Inter in termini finanziari e di business, credo che il club diventerà molto forte a livello economico. Ho sempre seguito il calcio sin da quando ero bambino, non avrei mai pensato che sarei diventato il presidente di questa squadra, quindi sono davvero impegnato al 100% nel far crescere l’Inter”.

Thohir si è anche soffermato a parlare del bel rapporto che lo lega a Massimo Moratti, definito da lui una “persona molto intelligente e di grande esperienza”, dichiarando, inoltre, che all’inizio non doveva diventare Presidente dell’Inter: “Non credevo che sarei diventato presidente […] Dovevo essere solo l’amministratore delegato, ma Moratti mi ha detto che non voleva rischiare che presidente e ad avessero opinioni differenti. Così mi ha chiesto di fare anche il presidente.

thohirIl magnate indonesiano ha affrontato l’argomento che tanto sta a cuore ai tifosi nerazzurri, il mercato. “Il mercato di gennaio non dipende dalle mie decisioni personali, le strategie andranno decise in comune accordo tra tecnico, staff e società. Compreremo solo giocatori che servono effettivamente nell’immediato, saremo molto parsimoniosi”.

Infine, quanto alla lontananza dal club di Milano, Thohir garantisce: “Resterò in Indonesia […] ma ciò non vuol dire che io non mi impegnerò. Guarderò le partite e avrò un confronto continuo con i dirigenti, e poi ci sono le videoconferenze con Skype”.

Leggi anche -> Thohir: “L’obiettivo annuale dell’Inter è il terzo posto”

Leggi anche -> Curiosità Inter, Briatore: “Ho fiducia in Erick Thohir”