Tom Ince: "Inter? Meglio l'Hull City"

Vi ricordate la voce di calciomercato che voleva Tom Ince, figlio del celebre ex Inter Paul, vestire la maglia nerazzurra? Il calciatore, ad alcuni mesi dalla vicenda, ha voluto far chiarezza riguardo alla trattativa saltata con la società di Corso Vittorio Emanuele. Ad un passo dall’approdo a Milano, l’inglese poi decise di trasferirsi all’Hull City, club di Kingston upon Hull, attualmente facente parte della Premier League.

 “Quando sono andato a San Siro, non potevo crederci. Mi ha riportato con la mente a quando mio padre giocava lì, però quando ho parlato coi dirigenti ho capito che c’era qualcosa che faceva sì che questo non fosse il momento giusto. Adesso devo usare al meglio i 18 mesi all’Hull per dimostrare di poter competere a grandi livelli e di essere il giocatore che mi aspetto di essere. Ho vissuto due anni fantastici a livello Under 21, ora devo spingere per approdare alla nazionale senior”. Queste le parole di Tom Ince, rilasciate all’Hull Daily Mail.

La sua scelta, dunque, sembra essere quella giusta per il giovane d’oltremanica che, per adesso, ha deciso di non seguire le orme del padre. Giocare nel club inglese, infine, potrebbe essere per lui un buon trampolino di lancio per approdare in Nazionale maggiore: “Noto che Roy Hodgson sta dando molto spazio ai giovani dell’Under 21 e a quelli della Premier, spero di poter avere anche io quell’opportunità”. 

Leggi anche -> Inter, Thohir spende 70 milioni di ingaggi

Leggi anche -> Inter, fatturato in crescita: Thohir sorride