Torino-Inter, tutti i dubbi di formazione per Mazzarri

“Essere o non essere”: questo era il dubbio dell’Amleto di William Shakespeare. Parafrasando questa frase, in casa interista, il dubbio che assilla Mazzarri è il seguente: Ricky Alvarez o non Ricky Alvarez. L’argentino, infatti, rappresenta il punto interrogativo più grande per il tecnico toscano, in vista di Torino-Inter.

Il suo avvio di stagione è stato molto positivo, in deciso contrasto rispetto alla precedente stagione. L’infortunio subito da Alvarez (distorsione alla caviglia), due settimane fa ormai, pare non ancora del tutto superato. Stando così le cose, la sua presenza in quel di Torino sembra molto incerta. Molto probabile, quindi, la presenza di Mateo Kovacic (apparso decisamente in ombra nelle prime partite di campionato). Il giocatore croato pare essere il favorito per sostituire il numero 11 interista. In lizza con lui per una maglia da titolare, però c’è pure l’algerino Taider. Kovacic e Taider sono rientrati ieri assieme ad Handanovic, Ranocchia e Nagatomo dopo gli impegni con le rispettive nazionali.

Ricky Alvarez

Dovrebbero ritornare, invece, nella giornata di oggi anche i sudamericani Guarin, Palacio, Campagnaro, Icardi e Alvaro Pereira. Per Maurito Icardi c’è stato l’esordio nella Seleccion, nel match di qualificazione contro l’Uruguay. Icardi è entrato all’ottantaduesimo al posto di Augusto Fernandez. Buone indicazioni sono giunte anche da Campagnaro e Palacio.

Infine, Mazzarri sembra orientato poi a schierare per domenica sera un 3-4-1-2, che vedrà il rientro di Jonathan, dal primo minuto (dopo i problemi muscolari accusati nei precedenti match). Palacio-Icardi possibile coppia d’attacco, con il Trenza che sembra aver superato il piccolo problema muscolare avuto durante la settimana.

TUTTO SU TORINO-INTER

Leggi anche–> Jonathan recupera: a Torino ci sarà

Leggi anche–> Palacio in campo 90 minuti con l’Argentina: problemi fisici risolti?

Leggi anche–> Torino-Inter, tanti problemi per i granata