Torino-Milan: analisi dei prossimi avversari dei rossoneri

Il Milan sabato sera affronterà il Torino, squadra molto ostica e che sicuramente ha tutte le armi per poter mettere in difficoltà la squadra di Massimiliano Allegri che punta tutto sulla voglia di confermare quanto di buono visto nell’ultima sfida col Cagliari e soprattutto sulle ali dell’entusiasmo fornito dall’arrivo di Kakà.

Il Torino arriva alla sfida di sabato sera con la voglia di riscatto dopo la brutta sconfitta in quel di Bergamo, non tanto per il risultato maturato ma per il gioco certamente da rivedere: Ventura ha avuto 15 giorni per lavorare e preparare al meglio la difficile sfida con i rossoneri che si preannuncia certamente ricca di emozioni. Una squadra, quella granata, molto cambiata ma non stravolta in seguito al mercato, con la conferma dell’uomo chiave, Alessio Cerci, e altri buoni elementi presi da altri club.

Alessio Cerci

In particolare il modulo prediletto è sempre il 4-2-4 che in fase difensiva diventa 3-5-2 che ha reso famoso il gioco di Ventura, come uno dei più vivaci: stilando una formazione tipo in porta andrebbe il belga Gillet, sul quale pesa una lunga squalifica e che dunque per qualche mese sarà sostituito da Padelli. Avanti al portiere ex Udinese vanno Glik, Moretti e Rodriguez, con uno come Bovo pronto a subentrare. Molti elementi interessanti sulle fasce, dove possono giocare l’ottimo D’Ambrosio, ma anche Masiello, Pasquale, giunto dall’Udinese in questo mercato, e Darmian, calciatore per giunta scuola Milan.

In mezzo al campo Ventura può scegliere tra uomini giovani e soprattutto molto tecnici, come Bellomo ed El Kaddouri su tutti, che potrebbero definitivamente consacrarsi in massima serie, oltre agli utili Vives e Basha a cui aggiungere gente di esperienza come Gazzi, Brighi e Farnerud. In attacco per i granata pochi uomini, a cui però possono dare grande mano gli esterni, alla base del gioco del tecnico ex Bari: oltre all’ottimo Cerci, ci sono Larrondo e Ciro Immobile, presumibilmente titolare, assieme a Meggiorini e Barreto.

Leggi anche -> Torino-Milan: parla l’ex Darmian sulla sfida 

Leggi anche -> Arbitri serie A: ecco le designazioni per il 3° turno

Leggi anche -> Milan, De Jong torna a Torino un anno dopo …