Trapattoni a Tuttosport: "Questa Juve può vincere 5 scudetti di fila"

Questa Juve può vincere 5 scudetti di fila”. Così Giovanni Trapattoni in un’ intervista rilasciata a Tuttosport. Il tecnico milanese, uno dei più vincenti del calcio italiano e della Juventus ha poi aggiunto: “Rispetto ai miei tempi non è cambiato molto, la Juventus, oltre ad avere la rosa più forte, è sempre la società più solida dal punto di vista strutturale, basta pensare che hanno già tra le mani i migliori giovani italiani“. “In questo modo – prosegue – si pongono le basi per vincere anche per 6-7 anni, quello attuale è più di un semplice ciclo”.

Trapattoni si riferisce ai vari Zaza, Berardi, Rugani?Esatto – afferma – Nella Juve stanno già lavorando sui ricambi del prossimo biennio. Questo significa avere progetti, concretezza ed espansione, non interrogativi o semplici speranze, è la stessa strategia che la Juve già aveva negli Anni 70, così come dopo. Sulle altre squadre: “Le milanesi non sono altrettanto competitive, la Roma fa già il massimo per stare dov’è, il Napoli è troppo discontinuo”.

Sullo scudetto: “Il campionato è ancora lungo, ma è chiaro che la Juve può perderlo solo per qualche imprevisto, come possono essere gli infortuni o la distrazione della Champions”.  Su Inzaghi, che domani affronterà allo Stadium la Juventus: “Inzaghi ha iniziato come me su un gradino sopra gli altri in virtù della sua grande esperienza internazionale, tuttavia io presi una squadra già molto forte, abituata a vincere, mentre il Milan di ora è in ricostruzione, quindi bisogna dargli tempo e  fiducia”.

Quindi sull’oggetto del desiderio di molte squadre, Pogba:“L’Avvocato diceva: “Se qualche club vuole fare delle follie per certi giocatori, è meglio lasciarli andare via”. L’Avvocato le follie le avrebbe fatte solo per Platini”. Trapattoni venderebbe Pogba?  “A 100 milioni si, è meglio lasciarlo andare, è un ottimo giocatore ma non ancora un fuoriclasse come Messi, e poi con quella cifra si possono comprare 3 giocatori di alto livello europeo con cui si può fare un salto di qualità in Europa”.

Si chiude proprio sulla sfida con il Borussia Dortmund: “Oggi la Juventus è più forte e sicura di sè, ma bisognerà stare attenti ai tedeschi, sono molto tenaci, anche se in Bundesliga sono ultimi“. Quindi conclude: “Noi italiani però siamo più smaliziati tatticamente, io i tedeschi li ho battuti anche così, e Allegri può fare lo stesso”.

Leggi anche: Come seguire Juventus-Milan in Diretta Tv, Streaming e Radio

Leggi anche: Serie A, Probabili formazioni: Juventus-Milan (2014-2015)