Trofeo Tim 2013: Constant lascia il campo per cori razzisti – Video

Un’amichevole estiva che di amichevole ha avuto ben poco. Oltre al rosso di Cristante (doppio giallo), la partita tra Milan e Sassuolo è stata caratterizzata da uno spiacevole episodio. Una parte di tifosi ha infatti preso di mira il terzino rossonero Constant, riempiendolo di cori razzisti e insulti di vario genere, barbarie evitabili, in un calcio che però non si dimostra in grado di guarire facilmente.

MIGLIORI INTEGRATORI PER DIMAGRIRE: ORA IN OFFERTA SPECIALE
CLICCA QUI


Kevin Constant

Al trentunesimo minuto KC21 ha reagito alle offese calciando il pallone verso gli spalti, e stizzito ha lasciato il campo. Dopo qualche minuto passato a domandare all‘arbitro perchè avesse espulso il calciatore del Milan, lo staff rossonero ha compreso il motivo dell’abbandono del campo dell’ex Chievo e Genoa.

Episodio analogo a quello successo a Busto Arsizio, il 3 gennaio 2013, durante il quale Boateng aveva abbandonato il campo, sempre per motivi di razzismo. A prendere di mira il numero 10 rossonero furono i tifosi della Pro Patria, poi condannati in Tribunale. In quel caso tutta la squadra lasciò il campo, dando un forte segnale di lotta al razzismo. I rossoneri avrebbero dovuto lasciare il campo anche ieri sera? Probabilmente si, il punto focale di una lotta ad episodi spiacevoli è la coerenza.

Leggi anche -> Boateng intervista in modo “particolare” Constant

Leggi anche -> Chi è Honda? Analisi tecnica del giocatore

Leggi anche ->La conferenza pre-Trofeo Tim di Max Allegri