Tuttosport contro il Real Madrid: cronaca di un giornalismo tutt'altro che imparziale

Per quanto l’informazione imparziale sia una totale utopia e sia nella stampa generalista che in quella sportiva si tende ad avere un orientamento più o meno preciso, una sorta di tacito accordo tra giornalisti e lettore assicura che i fatti verranno trattati con obiettività e sobrietà e senza lasciarsi andare a commenti degni del circolo di paese. Questo vale tendenzialmente anche in Italia, dove i maggiori quotidiani del settore sportivo sono la Gazzetta dello Sport, legata principalmente alle squadre di Milano e il Corriere dello Sport, quotidiano romano che vede di buon occhio tutte le squadre centro-meridionali.

Poi c’ e Tuttosport, quotidiano torinese così palesemente schierato, così lontano dall’essere imparziale dall’essere divenuto ormai da tempo oggetto di scherno da parte di tutti i tifosi, bersagliato da diverse fanpage su Facebook e da account satirici su Twitter.

Le notizie di calciomercato di Tuttosport sono pura fantascienza (stando alle loro prime pagine la Juventus avrebbe ormai nelle sue file campioni come Messi, Bale, Dzeko, Ozil, Lavezzi… e la lista potrebbe continuare ancora), al punto che gli stessi tifosi bianconeri si sono ormai aggiunti al coro dei derisori. Una delle ultime e più particolari gaffe è quella che ha visto protagonista l’ex juventino Felipe Melo, ora in forza al Galatasaray, che leggendo su Twitter delle supposte dichiarazioni a suo nome li ha accusati di essere dei bugiardi e di tradurre le interviste a piacimento (i termini utilizzati dal giocatore erano stati leggermente più forti).

Sleal Madrid
Come dimenticare poi la prima pagina seguente al Milan-Juventus dello scorso anno (vinto dai rossoneri 1-0 con un rigore inesistente), dove il titolo “Galliani, mettila sul cellulare” andava a riaccendere le polemiche relative al famoso goal annullato a Muntari, che aveva in parte deciso le sorti del precedente campionato. Insomma, niente di nuovo sotto il sole e non stupisce quindi che ieri sera, a pochi secondi dalla fine del match di Champions del Santiago Bernabeu, Tuttosport.com già titolasse “Sleal Madrid”, sposando appieno le polemiche degli uomini di Conte per l’esplusione di Chiellini e il mancato rigore su Vidal.

Difficile prendere sul serio un quotidiano così di parte: quella di ieri è stata soltanto l’ennesima dimostrazione di un giornalismo di parte e specchio di una società, la Juventus, che rispetta senza commentare le scelte arbitrali quando sono in proprio favore, ma è sempre pronta a criticare quando, per una volta, si trova ad essere penalizzata.

Leggi anche -> Real Madrid – Juventus: Gullit prende in giro Vidal

Leggi anche -> Tuffo di Vidal: ecco il video