Ultime notizie: 19 settembre 1993, il primo gol di Del Piero con la Juventus (video)

19 settembre 1993 – 19 settembre 2013. Sono passati esattamente vent’anni da quando un giovanissimo Alessandro Del Piero varcò il tunnel del Delle Alpi per disputare la sua prima vera gara in bianconero (l’esordio avvenne una settimana prima contro il Foggia con la primavera della Juventus).

Era una domenica di settembre come un’altra, ma è da quel momento che Del Piero iniziò ad essere Del Piero. Più precisamente dal minuto 80 della gara disputata dai bianconeri contro la Reggiana. Mister Trapattoni chiese il cambio: fuori Ravanelli, dentro Del Piero. Sessanta secondi dopo Pinturicchio firmò la rete del 4 a 0 indossando la maglia numero 16.

alex

Quello fu il primo dei 290 gol con i quali  Alessandro Del Piero battè il record di marcature ufficiali davanti a Giampiero Boniperti; quello fu uno dei gol grazie ai quali vinse tutto ciò che un calciatore sogna di vincere nella sua carriera (il pallone d’oro forse l’unico rimpianto);  quello fu il momento nel quale firmò un patto d’amore con la Juventus che lo legò ai colori bianconeri per diciannove stagioni (una nella serie minore) l’ultima delle quali fu disputata nella splendida cornice dello Juventus Stadium e al termine della quale Del Piero sollevò la coppa scudetto per l’ultima volta nelle vesti di capitano. La stessa cornice, lo stesso pubblico, gli stessi tifosi che il 13 maggio del 2012 lo salutarono con le lacrime agli occhi e i brividi lungo la schiena.

Oggi lui stesso vuole ricordare questo momento magico e attraverso twitter sta rivivendo e facendo rivivere a tutti i tifosi ogni attimo di quella giornata che segnò un forte cambiamento nella sua vita di calciatore e di uomo. La sveglia, il pranzo, la partenza per Torino, la formazione ufficiale stilata dal Trap, lui in panchina con il numero 16, l’ingresso in campo, il gol.

Alessandro Del Piero. Un calciatore, ma prima di tutto un uomo, un esempio, un simbolo. Un campione dentro e fuori dal campo che è entrato nei cuori di generazioni di tifosi che l’hanno visto arrivare in bianconero giovane e timido facendosi spazio tra i grandi nomi della Juventus; che è diventato l’unico capitano di tutti coloro che quando si sono innamorati della Juventus per la prima volta hanno visto la 10 sulle sue spalle; che ha guadagnato l’affetto e la stima di migliaia, milioni di tifosi in Italia e nel mondo. Il numero 10, la leggenda, il capitano. Sempre, e per sempre.

Ecco il video:

Leggi anche–> Ultime notizie calciomercato: Xabi alonso a gennaio per 5 milioni?
Leggi anche–> Calciomercato Juventus: se parte Llorente arriva Pazzini?