Verso Fiorentina-Juventus: che fine ha fatto Berbatov?

Nata per un banale scontro di alta classifica, la rivalità fra la viola e i bianconeri va avanti ormai da oltre settant’anni e ogni tanto viene rinvigorita da episodi che creano nuove opposizioni fra le tifoserie e ultimamente anche fra le società.

La rivalità nasce negli anni cinquanta quando sia Juve che Fiorentina avevano una squadra competitiva e lottavano per il campionato; viene alimentata nella stagione 81-82 quando la Fiorentina perse lo scudetto all’ultima giornata a causa di un gol annullato a Graziani.
Nel 1985 i tifosi viola inneggiarono alla strage dell’Heysel; nel 1990 ci fu la finale di Coppa Uefa, vinta poi dalla Juventus. Gli ultimi due episodi che hanno marcato ulteriormente la distanza tra i due club sono stati la cessione di Roberto Baggio alla Juventus e lo scontro nato per l’interesse per Berbatov finito poi al Fulham.

baggio

Quello di Berbatov è forse l’ultimo atto di una rivalità lunghissima. Ricordiamo brevemente cosa accadde: ai viola serviva una punta per rinforzare il proprio attacco e i Della Valle fecero un colpaccio acquistando Berbatov. Una volta sbarcato a Firenze, la società bianconera si intromise nella trattativa cercando di strappare il giocatore ex United ai viola. Per alcune ore Berbatov fu annunciato come un nuovo attaccante della Juve e questo fece scaturire un vero e proprio caso perchè la Fiorentina era già pronta a sottoporlo alle visite mediche, mentre Berbatov si stava spostando da Firenze a Torino.

Alla fine il bulgaro, dopo un breve viaggio in Italia non giocò né tra le fila della Fiorentina né tra quella della Vecchia Signora, ma si trasferì al Fulham.
Le discussioni continuarono anche nei giorni successivi tanto che tutt’oggi i presidenti dei rispettivi club sono ancora ai ferri corti.
Ma ora, che fine ha fatto Berbatov? L’ex United che era stato oggetto del desiderio di entrambi i club ha giocato la scorsa stagione nel Fulham riscattando le ultime scarse prestazioni con la maglia dello United.

della valle

Quest’anno però Berbatov sembra aver perso tutto quel talento che l’aveva contraddistinto allo United:  in sei partite non è riuscito a fare nemmeno un gol. Luca Toni invece, colui che quell’anno lo sostituì alla Fiorentina e che ora gioca nel Verona, ne ha segnati di più.
Aldilà della lunga rivalità fra le due tifoserie, il caso Berbatov potrebbe quindi essere anche un pericolo scampato per entrambe le squadre viste le ultime performances del bulgaro con la maglia del Fulham.

 

Leggi anche–> Fiorentina-Juventus: ultima chance per Motta
Leggi anche–> Fiorentina-Juventus: Caceres torna a disposizione