Viareggio Cup 2015, Filippo Galli: "Campo indegno, sono deluso"

Un campo non in perfette condizioni e un gioco compromesso è ciò che resta del debutto in Viareggio Cup 2015 del Milan Primavera. La squadra di Brocchi in Milan-PSV viene sconfitta, ma il risultato ottenuto in campo cade in secondo piano e a farsi portavoce del “disagio” è Filippo Galli, responsabile del Settore Giovanile del Milan.

Al termine della partita, Filippo Galli ha espresso tutta la sua delusione e il suo rammarico nel vedere come una competizione di un certo spessore, quale la Viareggio Cup 2015, debba disputarsi in campi non all’altezza, condizionare l’esito della partita e esporre a certi rischi i giovani calciatori: “Era un campo veramente indegno per una manifestazione del genere e per chi, come noi, ha cercato di giocare a calcio e a proporre il proprio gioco. Non è possibile giocare su terreni del genere. È impossibile fare del calcio formativo per il Settore Giovanile in queste condizioni, è necessario avere delle tutele che anche oggi sono mancate”.

Sconfitta immeritata per il Milan che, come tiene a sottolineare Filippo Galli, ha disputato una buona partita il cui esito è stato condizionato dalle pessime condizioni in cui le due squadre hanno dovuto giocare: “Sono deluso e non dai ragazzi o da mister Brocchi. Chi ama il calcio ha visto giocare una sola squadra e credo che la squadra sia stata straordinaria. Oggi spesso si perdevano i tempi di gioco per via delle condizioni del campo. Per chi non vuole fare un calcio formativo questo campo va più che bene”.

Leggi anche: