VIDEO Inter-Sampdoria, il grande ex: Sinisa Mihajlovic

Domenica pomeriggio, allo stadio San Siro, si giocherà Inter-Sampdoria. Entrambe le squadre, seppur per motivi diversi, hanno bisogno di punti. I blucerchiati cercano la svolta decisiva in una stagione tutt’altro che brillante, i neroazzurri invece continuano ad inseguire il terzo posto. Basterebbero queste premesse per rendere la partita interessante ma le emozioni saranno più intense per altri motivi. Sarà la prima di Erick Thohir allo stadio, la prima volta a pochi metri dalla sua creatura e non più dietro ad un monitor dall’altra parte del mondo. Proprio per questo motivo il neo Presidente interista ha deciso di circondarsi di ex neroazzurri, invitati a sedersi accanto a lui in tribuna, quasi a voler aumentare il “profumo di Inter” nell’aria. In tanti hanno risposto alla chiamata dell’indonesiano:  Dino Baggio, Salvatore Bagni, Evaristo Beccalossi, Giuseppe Bergomi, Mario Corso, Olivier Dacourt, Luigi Di Biagio, Angelo Domenghini, Pietro Fanna, Riccardo Ferri, Fabrizio Ferron, Juary, Gianluca Pagliuca, David Suazo, Francesco Toldo e tanti altri.

Gianluca Pagliuca

Tra i tanti ex, chi di sicuro non mancherà, sarà Sinisa Mihajlovic. Come del resto è sicuro che non si siederà in tribuna accanto a Thohir e che non esulterà ad ogni eventuale goal interista. Al massimo a quelli della Sampdoria. Questo perché il serbo, dalla scorsa settimana, è l’allenatore dei blucerchiati. Ha deciso di lasciare la guida della nazionale per tornare a lavorare sul campo ogni giorno ed il destino ha deciso di metterlo alla prova imponendogli di affrontare, nel giro di due giornate, Lazio ed Inter.

Con i nerazzurri ha debuttato nel 2004 ed ha realizzato un totale di sette reti, tra le quali una doppietta il 12 febbraio 2005 ai danni della Roma. La squadra della capitale verrà poi punita dal serbo anche il 15 giugno a San Siro. Segnatura, quest’ultima, che permetterà all’Inter di vincere la coppa Italia. La sua carriera con l’Inter si è chiusa nel 2006, dopo aver vinto due coppe Italia e giocato 25 partite ma la storia che lo lega ai neroazzurri non è finita quel giorno. Il 1º luglio 2006, infatti, torna a Milano come vice di Roberto Mancini e con il tecnico jesino, vince due campionati italiani e la Supercoppa italiana del 2006. Indimenticato per la sua grinta è stato vicino alla panchina dell’Inter e, per sua stessa ammissione, sarebbe un sogno sedercisi ancora, ma non come vice.

Domenica emozioni e ricordi si mescoleranno perchè è impossibile non ricordare almeno una delle punizioni del maestro serbo ed emozionarsi. I tifosi, però, si augurano di non vederlo esultare come faceva un tempo perché ora, nonostante sia ancora un tifoso interista, non “gioca” più per l’Inter.

ECCO IL VIDEO DEI GOAL DI MIHAJLOVIC

TUTTO SU INTER-SAMPDORIA

Leggi anche -> Notizie Inter, Mazzarri: “Nessuno sconto alla Sampdoria”

Leggi anche -> Inter-Sampdoria: I pericoli per i nerazzurri