Witsel al Milan, Fiorini: "Si tratta un prestito oneroso"

Il Milan continua a monitorare con attenzione il centrocampista belga dello Zenit Axel Thomas Witsel. I rossoneri che avevano mostrato il loro interesse per il giocatore appena prima di Natale, si era vista respingere la richiesta di un prestito secco per sei mesi. Intervenuto nello “Speciale Calciomercato” su Premium Calcio, l’intermediario per conto del Milan nella trattativa per l’ex Benfica Gianluca Fiorini ha dichiarato che il calciatore vorrebbe andarsene dalla Russia e si era pensato a un prestito oneroso con obbligo di riscatto a giugno: “La situazione in Russia è molto pesante e al giocatore non dispiacerebbe cambiare aria. Ci siamo mossi con lo Zenit la quale come prima risposta ci ha detto o a 50 milioni o niente. Poi successivamente si è ipotizzato la proposta di un prestito oneroso con obbligo di riscatto”.

Witsel farebbe molto comodo a Inzaghi. Seguito dai rossoneri già due anni fa, è dotato di un’ottima fisicità e di un buon piede ed è un punto fisso della nazionale belga. Il giocatore non ha più molta voglia di rimanere in Russia e vorrebbe provare nuove esperienze. La destinazione Milan sarebbe gradita al giocatore che ha già detto che non gli dispiacerebbe trasferirsi a Milano e giocare nel campionato italiano. Gli ostacoli maggiori per il club di Berlusconi però, sono rappresentati dalla società russa che non intende svendere un giocatore pagato 40 milioni e Villas Boas, che non ha intenzione di privarsi del suo centrocampista.

Leggi anche: