Zona retrocessione: la situazione aggiornata della Serie A

Balls and Serie A banner. Pallone e cartello Serie A Roma 06-05-2018 Stadio Olimpico Football Calcio Serie A 2017/2018 Lazio - Atalanta Foto Andrea Staccioli / Insidefoto

Il campionato di Serie A ha appena concluso la 29esima giornata e si appresta a iniziare l’affondo con le ultime 9 giornate dell’edizione 2019/2020. Se a tenere alta l’attenzione è la lotta scudetto, che vede la Juventus prima in classifica con la Lazio distanziata di 7 punti, nonché la lotta per i posti Europa sia fronte Champions che fronte Europa League, non si può dire di meno della parte bassa della classifica.

Anche qui la lotta è serrata con diverse squadre racchiuse in una manciata di punti. Ricordiamo che con le regole attualmente in vigore le squadre a retrocedere in serie b saranno tre, e attualmente le ultime tre posizioni della classifica sono coperte dalla Spal, ultima con 19 punti, dal Brescia che è sopra di due punti, quindi 21, e leggermente più staccato il Lecce con 25 punti.

Se il campionato finisse adesso, sarebbero queste le tre squadre a retrocedere e lasciare spazio, per il prossimo anno, al già qualificato Benevento di Inzaghi più altre due squadre di serie b ancora da definire.

Ma come detto le giornate mancanti sono otto e quindi tutto può ancora succedere.

Il Genoa, per esempio, stacca il terzetto retrocessione di soli 2 punti (27), e il Torino è invece a quota 31.

Vediamo quindi com’è la situazione nel dettaglio e magari provare con un occhio alle quote retrocessione dei migliori bookmaker con licenza internazionale attualmente in circolazione.

La corsa alla salvezza del Brescia

La situazione del Brescia non è delle migliori. Attuale fanalino di coda della classifica della serie a, la compagine allenata da Diego Luis Lopez sembra vivere una fase molto buia dopo una stagione travagliata.

Due sono stati infatti i cambi di allenatore, di cui l’ultimo a inizio febbraio, poco prima dell’inizio del lockdown. Questo significa che la squadra non ha avuto molto tempo per assorbire i dettami del nuovo allenatore e si trova oggi a scendere in campo ogni tre giorni per tentare il tutto per tutto.

I punti a disposizione sono 24, quindi la matematica ancora non rappresenta una condanna, tuttavia il calendario non sembra essere particolarmente favorevole.

Il Brescia nelle prossime otto giornate affronterà il Torino, la Roma, l’Atalanta, la Spal, il Lecce, il Parma, la Lazio e la Sampdoria.

Il coefficiente di difficoltà è basato sostanzialmente su due tipologie di squadre, quelle che al momento vivono un momento estremamente positivo e sono in lotta per le posizioni migliori, come la Lazio e l’Atalanta, e quelle che rappresentano scontro diretto per non retrocede e che al momento appaiono più in forma del Brescia. Chiaramente quest’ultimo fattore potrebbe diventare favorevole alla squadra di Lopez qualora i suoi riuscissero a ribaltare i pronostici.

La corsa alla salvezza della Spal

La Spal è allenata da Luigi Di Biagio, subentrato al precedente allenatore in febbraio, più o meno nello stesso periodo in cui anche il Brescia cambiava tecnico. Questo pone la squadra ferrarese in una situazione molto simile a quella bresciana, per via del poco tempo a disposizione per assorbire il modo di giocare del nuovo allenatore.


Dalla sua, rispetto al Brescia, ha forse un allenatore che conosce meglio la serie A, fattore che potrebbe rivelarsi prezioso proprio in queste ultime giornate, nonostante la pesante sconfitta con la Sampdoria.

Nelle otto partite rimanenti la Spal affronterà l’Udinese, il Genoa, l’Inter, il Brescia, la Roma, il Verona e la Fiorentina.

Il momento della verità potrebbe essere lo scontro diretto con il Brescia alla 34esima giornata, insieme alla prossima in cui potrebbe tentare un allontanamento dalla zona retrocessione grazie alla partita con la Sampdoria.

Gli scogli non sono pochi, a cominciare dalla partita con l’Inter e col Verona, che in questo momento appare particolarmente in forma.

La corsa alla salvezza del Lecce

Il Lecce è in piena lotta salvezza e sembra avere tutte le carte in regola per tentare l’impresa. Distanzia le ultime due di 4 punti, ed è a soli due punti dalla zona sicurezza, ora occupata dalla Sampdoria.

Il Lecce è allenato da Fabio Liverani. Il 44enne ex centrocampista è noto per la sua capacità di lottare fino alla fine e certamente ha trasmesso questa mentalità alla sua squadra, che nelle ultime nove giornate cercherà di dare il massimo per non retrocedere.

Da qui alla fine del campionato, il Lecce affronterà la Lazio, il Cagliari, la Fiorentina, il Genoa, il Brescia, il Bologna, l’Udinese e infine il Parma in casa.

Chiudere tra le mura domestiche sarà già un primo vantaggio, inoltre lo scontro diretto con il Brescia potrebbe rappresentare una vittoria che mette un piede nella porta della serie a del prossimo anno. Certo, le difficoltà esistono e principalmente saranno rappresentate dallo scontro con la Lazio e con la Fiorentina, mentre il Genoa, che è sopra di un solo punto rispetto al Lecce, difficilmente cederà il passo con tanta facilità.

Insomma, la lotta per non retrocedere è più viva che mai, non resta che analizzare e valutare bene la situazione per provare a piazzare le migliori scommesse sulle squadre che si salveranno e quelle che invece scenderanno in Serie B.